Il blog di mxm webcome

7 strumenti gratuiti per fare Social Media Marketing in modo professionale

Scritto da Valentina Ottoboni il 24 giugno 2019 17.30.04 CEST
Valentina Ottoboni
Find me on:

Stando sui social con i profili della tua azienda imparerai (o forse hai già imparato) che ci sono due pilastri fondamentali che non bisogna mai dimenticarsi quando si tratta di stare sul web:

  • Che viviamo in un mondo iper-connesso, dove ogni cosa che viene detta in rete, bella o brutta che sia, non ti deve sfuggire, soprattutto se parla della tua azienda.
  • Che è importante fornire al tuo target dei contenuti di qualità che non solo siano validi, ma che non sembrino confezionati da un principiante (anche l'occhio, ricorda, vuole la sua parte!).

Ma gestire tutti i social in modo efficace ed efficiente può essere davvero difficile quando si hanno più profili, ed è per questo che esistono i social media manager.

Ma non tutto è perduto: se vuoi iniziare ad approcciare la rete in modo più professionale ci sono degli strumenti gratuiti che possono esserti d’aiuto.

Iniziamo!

1. Business manager per Facebook

Business Manager è lo strumento fondamentale se si vuole fare pubblicità su Facebook (e Instagram). Immaginatelo come una sorta di “ombrello” sotto il quale raccogliere tutte le tue pagine aziendali su Facebook e soprattutto il tuo account pubblicitario, senza il quale ti sarebbe impossibile creare le inserzioni. È una sorta di centralizzatore di tutte le risorse collegate a Facebook e Instagram e, sebbene usarlo al massimo richieda molto studio, è comunque facilmente gestibile anche per chi non è esperto di tutte le funzionalità di Facebook. Per crearlo, basta seguire questa guida.

2. Later per Instagram (ma anche per gli altri social)

Later è un utilissimo tool per programmare i post sui social e, anche se è a pagamento, se non sei un’agenzia che deve gestire più account contemporaneamente la versione free è più che performante e offre tantissime funzionalità (tra cui anche la possibilità di programmare 30 post al mese, praticamente uno al giorno). Io personalmente lo trovo utilissimo per Instagram, perché è uno dei pochissimi strumenti gratuiti che permette la pubblicazione automatica su questo social (quindi senza l'approvazione manuale).

3. Tweetdeck per Twitter

Tweetdeck è uno strumento di proprietà di Twitter fondamentale non solo per programmare i tuoi tweet, ma anche per gestire in un’unica piattaforma le menzioni, le notifiche, i messaggi e il tuo feed. Potrai poi aggiungere o eliminare altre colonne a seconda di cosa ti serve sapere per gestire la tua attività al meglio.

Cattura

 

4. Audience Insights per le tue Buyer Personas

Audience Insights è un utilissimo strumento messo a disposizione gratuitamente da Facebook che permette di analizzare il tuo target sul famoso social network. Inserendo infatti parametri quali gli interessi del pubblico a cui ti piacerebbe rivolgerti, potrai scoprire caratteristiche dei tuoi potenziali clienti che potrebbero sorprenderti. Queste informazioni ti aiuteranno a delineare le tue Buyer Personas, ovvero le rappresentazioni dei tuoi clienti-tipo che formano il tuo pubblico di (potenziali) compratori che devi sempre avere in mente quando vai a creare non solo delle inserzioni pubblicitarie sul web, ma anche qualunque azione di digital marketing.

Vuoi approfondire? Abbiamo parlato di Buyer Personas qui e di Audience Insights qui

5. All Hashtag

A volte trovare gli hashtag giusti può essere difficile: per questo esiste All Hashtag, un generatore di hashtag che fornisce un elenco degli hashtag più popolari legati all’argomento di tua scelta.
Ad esempio, mettiamo che tu voglia postare una foto su Instagram legata al golf: non farò altro che scrivere Golf su All Hashtag, cliccare su su “top” e poi “generate” e il tuo elenco di 30 hashtag popolari è pronto per essere copiato nel tuo post.

all hashtag1


Ma attenzione! Non è sempre scontato che gli hashtag più popolari siano anche quelli che ti faranno trovare: se infatti userai solamente hashtag popolari (ad esempio, quelli con più di un milione di contenuti associati ad essi), è facile che il tuo post venga cannibalizzato da altri e che passi inosservato. Al contrario, spesso hashtag di nicchia sono meno competitivi, e quindi lì è più facile “sfondare”. Se vuoi quindi evitare gli hashtag popolari, non dovrai far altro che scrivere il tuo argomento in All Hashtag, cliccare su “random” e poi “generate”: in questo modo avrai un elenco (anzi, più elenchi) di hashtag casuali tra i quali scegliere.

hashtag2

 

6. Grafica (senza essere grafico)

Metto le mani avanti: il lavoro di un grafico non potrà mai essere rimpiazzato, ma a volte anche i meno esperti possono cavarsela con la creazione di immagini semplici senza per forza scomodare Photoshop, InDesign e compagnia. Per questo scopo Canva diventerà il vostro più valido alleato nonché migliore amico: basta registrarsi sul sito e avrai a disposizione un’infinità di modelli su cui basarti per creare le tue grafiche.

canva


Meritano anche una menzione d’onore Unsplash, un gigantesco database di fotografie molto belle e utilizzabili per i tuoi post senza problemi di diritti; e Flaticon, un altro vastissimo database di icone.

7. Biteable

Il formato video è uno di quelli con più successo sui social, ma si sa che creare video di qualità è molto costoso. Strumenti come Biteable, però, possono venirti in aiuto fornendoti un’infinità di modelli e animazioni preimpostate che puoi modificare con le tue immagini e i tuoi testi. La versione gratuita ha tutte le funzionalità della premium, ma i video vengono scaricati con il watermark di Biteable.

parco-sempione_2

Siamo arrivati alla fine della nostra carrellata! E tu conosci altri strumenti che reputi validi per la gestione dei social media? Faccelo sapere nei commenti!

Iscriviti alla newsletter!

 

Topics: social media, advertising, da dove iniziare, marketing strategy, buyer persons, target, trova il tuo target, social network, facebook, social media marketing

Iscriviti alla newsletter

Ultimi articoli