Il blog di mxm webcome

Social Media e pubblicità: quanto budget investire per fare advertising?

Scritto da Valentina Ottoboni il 15 febbraio 2019 15.45.14 CET
Valentina Ottoboni
Find me on:

Tutte le volte che si parla di investire nei social media, spesso capita che mi guardino stralunati.

Ma come? I social media sono gratis! Non si paga a stare su Facebook, su Instagram, su Linkedin…

Vero, ma anche falso.

Sì, perché se è innegabile che aprire una pagina per la tua azienda su Facebook non ti costi nulla (a parte il tempo speso per impostarla), è anche vero che solo investendo in pubblicità sui social essi potranno essere effettivamente produttivi per la tua azienda.

Ma quindi quanto devo investire in pubblicità?

Come potrai immaginare, non esiste una risposta univoca a questa domanda. Per semplificare potremmo dire che la spesa dipende da diversi fattori:

  1. La tipologia di impresa: il budget sarà diverso se sei una piccola impresa locale o se invece vuoi lanciare un ecommerce in tutto il mondo.
  2. La maturità del brand: se il brand è sconosciuto perché non è mai stato sui social, il tuo obiettivo primario non può essere vendere, perché prima devi puntare a farti conoscere. Per questo quindi, una parte del budget iniziale dovrà essere destinato a costruirti un nome e un pubblico profilato, interessato a quello che fai.
  3. I tuoi obiettivi: se tra i tuoi obiettivi c’è la vendita di prodotti molto costosi attraverso un ecommerce, non potrai certamente muoverti con 100€ al mese.

In generale è sempre bene considerare cosa vuoi ottenere dai social: più il tuo prodotto è costoso e più il percorso che il tuo potenziale acquirente deve fare per convincersi a comprare sarà lungo e, di conseguenza, più alto dovrà essere il tuo investimento.

In soldoni

È sempre bene prevedere un budget mensile da investire e poi preventivarne uno “jolly” per occasioni speciali, come promozioni e ricorrenze (come ad esempio San Valentino, Natale, saldi, ecc…). Ovviamente ciò dovrà essere compatibile con il tuo settore di riferimento, perché non tutti i settori prevedono il periodo di saldi e non tutti le aziende fanno promozioni a San Valentino.

Se sei una piccola azienda locale con un pubblico ristretto, metti a budget almeno 50€ al mese.

Se invece sei una PMI o una grande azienda con un ecommerce o che vuole raccogliere nuovi contatti, bisognerà invece alzare il tiro.

Per orientarti, il mio consiglio è quello di andare di matematica: ti servono visite sul sito per mostrare il tuo ecommerce al pubblico? Fai una campagna di prova con un budget basso e verifica quanto ti costa una singola visita.

Esempio.  Con 100€ hai ottenuto 1000 visite, con un costo per singola visita di 0.10€. Se vuoi ottenere 10000 visite sai che dovrai stanziare circa 1000€.

Come dice Veronica Gentili, a seconda dei tuoi obiettivi e a seconda della maturità del tuo brand devi pensare di suddividere il tuo budget in scaglioni ben precisi:

tabella adv

Se sei alle prime fasi e hai appena aperto la tua pagina Facebook, la maggior parte del tuo budget dovrà essere destinato a raccogliere fan profilati e al coinvolgimento della fan base. Nella seconda fase potrai a questo punto lavorare per rimbalzare queste persone sul tuo sito, ottenere lead e fare retargeting.

Pro e contro: testare, testare, testare

Come in tutte le cose esistono dei pro e dei contro, e anche i social media non fanno eccezione.

Il contro di fare pubblicità sui social è che non ci sono garanzie: è solo testando che potrai capire cosa è meglio per te, quale pubblico di riferimento risponde meglio, quali tipi di post sono più performanti (video? immagini? link?). È un mondo che non si può conoscere a prescindere, dove puoi analizzare i dati e farti le tue considerazioni solo dopo aver provato: per questo motivo devi sempre tenere in conto che parte del tuo budget andrà speso in test dai cui risultati dovrai ricavare delle considerazioni che ti serviranno a implementare le tue campagne future.

Ma il pro non è da sottovalutare: la pubblicità sui social può essere corretta in itinere. Se qualcosa non va, se l’inserzione non sta rispondendo in modo soddisfacente, può essere modificata e corretta quante volte vuoi, senza nessun problema.  Una bella differenza rispetto alle pubblicità classiche, non credi?

Domande? Chiarimenti? Dubbi amletici? Contattaci!

E non dimenticare di iscriverti alla nostra mailing list per rimanere sempre aggiornato sui nostri nuovi articoli.

 Ricevi gli aggiornamenti

Topics: social media, budget, advertising

Iscriviti alla newsletter

Ultimi articoli